News

Registri contabili: l’ultimo termine per la stampa cartacea è il 10 marzo 2021

L’art 7 comma 4 ter del DL n 357/1994 prevede che i registri contabili “tenuti” con sistemi meccanografici o elettronici devono essere stampati entro 3 mesi dal termine di presentazione della dichiarazione dei redditi.Per la dichiarazione modello redditi 2020 (anno d’imposta 2019) il termine ultimo per procedere alla stampa cartacea è il 10 marzo 2021. Tale termine al 10 marzo 2021 dipende dal termine per la presentazione del modello REDDITI 2020 che cadeva il 10 dicembre 2020. La normativa emergenziale ha differito dal 30 novembre al 10 dicembre 2020 i termini per la presentazione in via telematica della dichiarazione in materia di imposte sui redditi e di IRAP pertanto i tre mesi entro cui procedere alla stampa cartacea scadono il 10 marzo 2021Tale proroga è stata disposta dall’art. 3 del decreto Ristori quater (ora art. 13-sexies D.L. 28.10.2020, n. 137, conv. con modificazioni dalla L. 18.12.2020, n. 176).L’art 7 comma 4 quater del DL n 357/94 (come modificato dall’art. 12 octies del DL 34/2019 convertito dalla L. 58 del 28/6/2019)  prevede invece una deroga al comma 4 ter dello stesso articolo ossia stabilisce che “in deroga a quanto previsto dal comma 4-ter, la tenuta di qualsiasi registro contabile con sistemi elettronici su qualsiasi supporto e’, in ogni caso, considerata regolare in difetto di trascrizione su supporti cartacei nei termini di legge, se in sede di accesso, ispezione o verifica gli stessi risultano aggiornati sui predetti sistemi elettronici e vengono stampati a seguito della richiesta avanzata dagli organi procedenti ed in loro presenza”.Ciò vuol dire che qualora non si sia proceduto alla stampa cartacea la tenuta dei registri con sistemi elettronici è considerata regolare se i registri risultano aggiornati sui predetti sistemi elettronici e all’atto di verifiche e ispezioni si provveda a stampare in presenza degli organi preposti al controllo.Di fatto per essere proprio tranquilli sarebbe bene entro il 10 marzo provvedere almeno alla stampa digitale ovvero conservare il contenuto dei registri su file e poi all’occorrenza provvedere alla stampa cartacea.Il termine di 3 mesi dalla presentazione della dichiarazione va computato secondo i criteri stabiliti dall’art. 2963 codice civile,  se il termine scade in giorno festivo, è prorogato di diritto al giorno seguente non festivo. La prescrizione a mesi si verifica nel mese di scadenza e nel giorno di questo corrispondente al giorno del mese iniziale. Se nel mese di scadenza manca tale giorno, il termine si compie con l’ultimo giorno dello stesso mese. Son interessati da queste norme i libri o i registri prescritti in caso di tenuta della contabilità ordinaria e semplificata tra cui:il libro giornale e degli inventari,i registri IVA, il libro cespiti, il libro mastro,i registri cronologici per le imprese in contabilità semplificata e i professionisti.Quanto fin qui illustrato si riferisce alla normativa fiscale in quanto le norme civilistiche non sono state modificate. Puo’ essere utile la lettura di questo articolo Stampa libro giornale: è ancora obbligatoria?

Tutte le News

Copyright © 2021 Studio Maiese - P.IVA 00296961204 - Crediti

Per continuare la navigazione nel sito, devi accettare la nostra informativa sui cookies maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close