News

Proroga sfratti e diritto di proprietà

 Il decreto Rilancio con l’art. 17 bis ha prorogato l’esecutività degli sfratti sia a causa di morosità che per finita locazione fino al 31 dicembre 2020. La sospensione riguarda tutte le categorie immobiliari sia abitative che commerciali o industriali. Il decreto Cura Italia aveva previsto la sospensione fino al 31 agosto 2020, il decreto Rilancio a causa del protrarsi della crisi per famiglie e aziende ha ulteriormente spostato la sospensione degli sfratti fino al 31 dicembre 2020. La sospensione è automatica per tutti e non richiede nessun requisito per accedervi. Tutte le procedure di sfratto avviate durante la sospensione saranno eseguite dopo il 31 dicembre 2020. Ricordiamo che per i conduttori è stato previsto oltre che la sospensione degli sfratti generalizzato per tutti,  per le imprese è stato previsto un bonus locazioni fino al 60% del canone. I canoni di locazione sono inoltre detraibili, a determinate condizioni, per i privati e deducibili per imprese e professionisti. Nessuna norma agevolativa è stata fatta per il proprietario che ricordiamolo puo’ essere anche un piccolo proprietario bisognoso allo stesso modo del conduttore. Inoltre pur considerando il particolare momento di pandemia, non si puo’ avvertire in questa norma una violazione del diritto di proprietà. E’ quindi importante la notizia che in Parlamento, risulta presentata una interpellanza in data 28 luglio 2020 n. 2-00879 dall’On. Mazzetti Erica (FI-BP) ed altri, volta appunto alla tutela del diritto di proprietà in relazione alla proroga al 31 dicembre 2020 della sospensione delle procedure esecutive di rilascio degli immobili disposta dalla legge di conversione del decreto-legge n. 34 del 2020. L’interpellanza è stata posta all’ordine del giorno della seduta di venerdì 7 agosto 2020, e la sottosegretaria di Stato per i Beni e le attività culturali e per il turismo Lorenza Bonaccorsi, ha risposto all’interpellanza in oggetto evidenziando le criticità derivanti dalle disposizioni di cui all’articolo 17-bis del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, introdotte in sede di conversione, ed in particolare dalla sospensione di tutte le procedure esecutive di rilascio fino al 31 dicembre 2020. Viene chiesto ai Ministri della Giustizia, dell’Economia e delle finanze e dell’Interno quali urgenti provvedimenti intendano assumere per ripristinare la tutela del diritto di proprietà e disporre forme di ristoro per i proprietari interessati dalla sospensione. Si richiama l’attenzione del Governo a valutare gli effetti applicativi delle disposizioni richiamate in premessa al fine, nell’ambito dei prossimi provvedimenti di carattere normativo, di rivedere l’articolo 17-bis del decreto in esame, che prevede la proroga della sospensione dell’esecuzione degli sfratti di immobili ad uso abitativo e non abitativo, anche bilanciando con appositi indennizzi le perdite subite dai proprietari degli immobili che non possono entrare in possesso della loro proprietà privata e per non penalizzare i proprietari immobiliari, i quali non sono una categoria di privilegiati ma hanno fatto investimenti con sacrifici. Si chiede pertanto l’adozione di misure che garantiscano in ogni caso un ragionevole bilanciamento tra le opposte esigenze dei conduttori e dei proprietari di immobili, come, ad esempio, potrebbero essere forme di compensazione fiscale e/o misure di incentivazione alla sottoscrizione di canoni agevolati e di rinegoziazione dei medesimi.Non rimane pertanto che attendere norme urgenti compensative anche per i proprietari che si vedono mancare gli introiti sperati senza nessun contributo da parte dello stato , con palese violazione del  diritto alla proprietà. 

Tutte le News

Copyright © 2020 Studio Maiese - P.IVA 00296961204 - Crediti

Per continuare la navigazione nel sito, devi accettare la nostra informativa sui cookies maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close